ottobre 2019

Vedi le altre date dell'evento in calendario

09ott10:00 am6:00 pmIncontriamo il nostro tempo – omaggio a Leonardo.dal 5 al 31 ottobre 2019

Dettagli dell'evento

Approda anche a Gubbio il progetto espositivo “Incontriamo il nostro Tempo” di Paolo Crucili, Luigi Fondi, Carlo Paolo Monizi e Riccardo Sanna, che questa occasione omaggiano il genio di Leonardo.

La mostra è promossa e organizzata dall’Associazione Culturale La Medusa e patrocinata dal Comune di Gubbio, nella prestigiosa sede di Palazzo del Bargello.

Paolo Crucili nasce ed opera come paesaggista ma, dopo l’incontro con il grande maestro Padre Passionista Tito Amodei, ha intrapeso un nuovo iter di ricerca, segnando  le tappe per un’inedita espressione artistica. Oggi, nel suo stadio attuale di ricerca, ha superato lo spazio oltre che il tempo per entrare nella dimensione introspettiva dell’esistenza stessa. Il printing del senso di appartenza, che la natura genera, entra prepotentemente nel locus vernacolaris delle sue tele, dove con ogni tratto il maestro Crucili supera la dimensione del quotidiano. Il colore si monocromizza e le sfumature dettano un tratto segnico di derivazione informale, ma allo stesso tempo caratterizzante e gestuale. I forti contrasti cromatici parlano liricamente di un substrato reale dove le fasi esistenziali, chiamate appunto “ Pieghe di vita”, sviscerano un andamento modulare quasi armonico e musicale.

Luigi Fondi, artista da sempre, con particolare dedizione alla scultura in pietra e alla pittura, è nato a Soriano nel Cimino il 15 Agosto 1954. Studia a Carrara dal 1968 al 1977  “laureandosi” scultore con il massimo dei voti all’Accademia di belle arti. In questi anni conosce personalità importanti dell’arte contemporanea: Trico’, Guido, Calabria, Boldini, ecc.. Si batte contro la loro idea dell’intellettuale dell’arte. Nel 1978 torna a Soriano “immergendosi” totalmente nella polvere delle cave di pietra. Inizia come manovale di cava, diventa artigiano-scalpellino-scultore. Dal 1983 al 1994 dirige corsi annuali per la lavorazione della pietra prefiggendosi di conciliare la produzione industriale con l’arte in modo che ogni oggetto, pur se di serie e di basso costo, avesse un bel disegno e godesse di un certo prestigio artistico. Per “Pensando a Leonardo”, ha voluto citare il più celebre  e moderno dei disegni realizzati nel Rinascimento: l’Uomo Vitruviano, che rappresenta l’unione simbolica tra arte e scienza.

Paolo Carlo Monizi vive ed opera a Salerno dove esordì nel 1968 con una personale al dopolavoro MCM. Da allora ha esposto in numerose manifestazioni Italia e all’estero riscuotendo sempre il consenso del pubblico e della critica. Molta parte del suo lavoro è interessata all’ecologia ed al recupero di oggetti rifiutati, che nella sua mente e nelle sue mani tornano a vivere trovando nuovi significati. Ha collaborato con diversi gruppi, gallerie e sodalizi artistici di matrice figurativa (sopratutto disegni dal vero) ed astratta (pittura ed istallazioni).

Riccardo Sanna attraverso le sue opere, interpreta la vita, la storia, i sentimenti, le speranze o le paure. Mette su tela le sue sensazioni, i suoi pensieri, i suoi ricordi. Il suo modo di interpretare il passato, il presente e il futuro, le relazioni, l’amore, l’amicizia. E lo esplicita attraverso i titoli. Ma come per molte opere d’arte, l’interpretazione  che intende darne l’autore può non corrispondere a ciò che evoca in chi le guarda. Ciascuno può  vederci la propria storia, un momento della propria vita, una propria speranza o delusione.

Per maggiori informazioni su orari di apertura e costi: info@museogubbio.it – +39 075 9220904

Orario

10:00am - 6:00pm

Luogo

Palazzo del Bargello

Largo del Bargello

Organizzazione

Associazione Culturale La Medusainfo@museogubbio.it Via Federico da Montefeltro

Leave A Comment